Urbania, l’antica CASTELDURANTE…

Standard

ImmagineUrbania è un comune della provincia di Pesaro e Urbino di circa 7000 abitanti. Conosciuta, fino al 1636 con il nome di Casteldurante, cambiò con l’attuale denominazione in onore di Papa Urbano VIII. E’ tra le città decorate al valor militare per la guerra di liberazione, ed è stata insignita dalla medaglia di Bronzo al valor militare per il contributo dato alla Resistenza ed il tragico bombardamento subito il 23 gennaio 1944 da parte delle forze alleate, che provocò devastazioni e 248 vittime. Per tale motivo Urbania è stata riconosciuta Città martire della Provincia di Pesaro e Urbino.

ImmagineAl giorno d’oggi la città, pur molto piccola, è un centro turistico, visitata per il Palazzo Ducale (ora sede di un museo e di una biblioteca), per le numerose chiese (fra cui la chiesa dei Morti, che conserva numerose mummie naturali di persone morte nel Medioevo e nel Rinascimento), per le antiche mura (dotate di una passeggiata da cui si può vedere il fiume Metauro che circonda la città , per le stradine medievali, per la produzione di ceramiche (le famose ceramiche di Casteldurante).

Tra i monumenti e i luoghi idi interesse, Di particolare interesse storico-artistico è il Duomo di Urbania (IX- XVIII secolo), dedicato a San Cristoforo martire ed edificato sulle fondamenta dell’antica abbazia di San Cristoforo del Ponte risalente all’ VIII secolo. La chiesa dei Morti, già cappella Cola fondata nel 1380, ornata da un bel portale gotico, conserva al suo interno il cimitero delle Mummie, noto per il curioso fenomeno della mummificazione naturale, dovuta a una particolare muffa che ha essiccato i cadaveri succhiandone gli umori.

Infine, Urbania è conosciuta come la città della Befana: settemila abitanti, più di 1.000 calze cucite a mano piene di leccornie, oltre 300 Befane per le vie della città, davanti a migliaia di bambini provenienti da tutta Italia per conoscere la dolce vecchina. Tra una passeggiata lungo il Viale dei Balocchi e un giretto in Piazza del Cioccolato, nei primi giorni di gennaio, di ogni anno, si può incontrare la “nonnina di tutti”, assistendo alle sue magie: dai voli acrobatici ai giochi di luce. Camminando per i vicoli della città, tra i colori delle centinaia di calze appese ad ogni angolo della città, è possibile scoprire la storia e l’arte di Urbania, gustando dolci e prelibatezze locali, assisterete agli spettacoli, ballando con le Befane.

Immagine

Cheese Cake alla Fragola

Standard

Oggi, con la ricetta di questo dolce americano, ci immergiamo nell’atmosfera newyorkese…ecco a voi il procedimento:

Ingredienti.

-per il fondo: 250g di biscotti (Digestive); 150g di burro, 2 cucchiai di zucchero di canna.

Per la crema:

500g di Philadelphia

100 ml di panna fresca

100 g di zucchero a velo

2 uova

succo di mezzo limone

1 bustina di vanillina

per la farcitura:

marmellata di fragole

(in alternativa mescolare la marmellata con 100 ml di panna montata)

Preparazione:

In una tortiera di 24-26 cm e rivestita di carta da forno, compattare i biscotti precedentemente sbriciolati ed uniti allo zucchero e al burro fuso. Riporre in frigo per almeno 30 minuti. Mescolare in una terrina, le uova, zucchero a velo, la vanillina ed il succo di limone. Sbattere il tutto. Unite poi il Philadelphia e la panna fresca fino ad ottenere una crema omogenea. Stendere il tutto sulla tortiera ed infornare a 180° per circa 30 minuti.

Immagine

Lasciare raffreddare la Cheese cake e intanto unire la marmellata di fragole con la panna. Decorare la torta e riporre in frigo per almeno 4 ore. L’ideale sarebbe prepararla il giorno prima cosi’ resterà tutta la notte in frigo.

Immagine

Vi faremo sapere come è venuta a noi!! Buona Domenica 🙂

Biscotti al cioccolato

Standard

biVi presentiamo una ricetta facile da realizzarsi e soprattutto golosa! Amata da grandi e piccini!!

Ingredienti:

Farina 150 gr
burro 30 gr
Uova 4
Cacao 250 gr
Zucchero 200 gr
Zucchero a velo

Preparazione:

Preparare questi biscotti è elementare può farlo anche chi non ha nessuna esperienza in cucina, quindi, prendete la farina setacciata e mescolatela prima con il burro fuso poi con lo zucchero e con il cacao, sbattete bene le uova, quindi versate il tutto dentro alle uova e mescolate energicamente con una forchetta, lavorate il composto finchè non sarà omogeneo, ed impastate bene lasciando riposare la pasta in frigo per 40 minuti.
Prendete ora la pasta e formate delle palline schiacciandole in superficie, disponetele in una teglia con carta da forno e infornate a 180° per 15 minuti, quindi fate raffreddare e spolverate con zucchero a velo, i vostri biscotti al cioccolato sono pronti!! 🙂

Standard

Camping Pineta Resort

CatturaUna ricetta speciale per la colazione della domenica!!!

Ingredienti:
200 gr di farina tipo 00
200 gr di zucchero semolato
60 gr di cacao amaro
60 gr di burro
100 gr di gocce di cioccolato
150 ml di latte
2 uova
mezza bustina di lievito per dolci

Preparazione:Sciogliere il burro in un pentolino (a fuoco bassissimo). Poi metterlo in una terrina ed unirlo al latte e alle uova. Mescoliamo tutto per bene fino ad ottenere un preparato omogeneo.
In un altra terrina mettiamo la farina setacciata (possiamo aiutarci con un semplice colino), il cacao amaro, lo zucchero ed i lievito. Ora versiamoci dentro il composto preparato in precedenza. Mescoliamo ben bene fino ad ottenere un impasto omogeneo e senza grumi.
Ora prendiamo le gocce di cioccolato e versiamone circa 70 grammi (circa 2/3 del totale) nel nostro impasto e mescoliamo dolcemente con un cucchiao giusto per favorire una certa distribuzione delle gocce nell’impasto.

View original post 32 altre parole

Zuppa di lenticchie

Standard

Fuori è freddo e c’è anche un pò di neve…oggi vi proponiamo una ricetta di un piatto caldo per scaldarvi, dal forte valore nutrizionale! 🙂

Ingredienti:

2,5l di acqua

2 spicchi di aglio

2 foglie di alloro

2 carote

2 chiodi di garofano

1 cipolla

250g di lenticchie

2 cucchiai di olio

2 patate piccole

Sale q.b

2 coste di sedano

2 zucchine

Procedimento:

Mettete in ammollo le lenticchie, in acqua fredda per almeno 2 ore.
Trascorso il tempo dell’ammollo, iniziate a mondare le verdure, e riducete in dadolata.
Fate scaldare l’olio con l’aglio in una casseruola dai bordi alti; tritate finemente la cipolla e aggiungetela in padella; fatela stufare dolcemente e poi aggiungete tutte le verdure, tranne le lenticchie. Fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco dolce mescolandole con un cucchiaio di legno; quando si saranno intenerite, aggiungete anche le lenticchie ben scolate dall’acqua di ammollo, le foglie di alloro e i chiodi di garofano; regolate di sale; in ultimo versate l’acqua calda, o brodo vegetale, portate dolcemente a bollore, coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco dolce per circa 2 ore, o fino a che le lenticchie siano ben cotte e tenere (ma non sfatte); eventualmente aggiungete altra acqua se la zuppa dovesse asciugarsi troppo.
Prima di servire, togliete le foglie di allora ed eventualmente anche i chiodi di garofano e impiattate ben caldo.

BUON APPETITO!! 🙂

Immagine

Ciambellone integrale allo yogurt… (ricetta facilissima)

Standard

ciambellone-integraleEcco una ricetta di un dolce che prepariamo spesso per la colazione ai nostri clienti. Per gentile richiesta di Angela, postiamo sul blog la ricetta…facile, veloce e genuina!! 🙂 Ovviamente, noi, per i nostri clienti, prediligiamo il cibo naturale e soprattutto salutare, per questo utilizziamo spesso farina integrale piuttosto che farina bianca (quest’ultima con la raffinazione che subisce perde gran parte delle sue proprietà benefiche). E se possiamo utilizzare farina integrale e zucchero integrale di canna anche nei dolci, ben venga! Acquisteranno un sapore davvero più interessante e rustico. 🙂

Ingredienti

1 vasetto di yogurt naturale (125 gr)
3 uova intere
3 vasetti di farina integrale
2 vasetti di zucchero integrale di canna
1 vasetto di olio di semi di girasole
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
Preparazione.
Montare le uova insieme allo zucchero, cosicché si formi una schiuma soffice che aiuti la leggerezza del dolce.
Versatevi lo yogurt e continuate a mescolare uniformando il tutto.
Aggiungete poi la farina e, sempre mescolando bene, l’olio di semi di girasole.
Infine la bustina di lievito e il pizzico di sale.
Mescolate ancora un po’ e versatelo nel vostro stampo ricoperto con la carta da forno.
Suggerisco di infornare a 170° per 20-30 minuti, verificando visivamente il colore del ciambellone dall’esterno e con la “prova dello stecchino” la cottura interna.
Ed ora, una spolverata di zucchero a velo! Pronto per essere servito!! 🙂